I NOSTRI VOLORI ETICI

 28-partito-democratico

 

Alla base di ogni partito e, più in generale, di ogni raggruppamento di liberi cittadini, ci devono essere regole e valori condivisi. Senza questa condivisione nulla può esser compiuto e nulla può essere deciso.Per definizione, infatti,  un gruppo di persone per mantenersi unito, deve possedere alcune caratteristiche tra le  quali, appunto,  la condivisione  di  valori e principi  fondamentali che sottendono  e stanno alla base – se non addirittura ne sono la principale causa – delle decisioni più importanti.

I Principi Etici del Partito Democratico sono stati sintetizzati in un documento fondamentale chiamato “ Manifesto dei Valori del Partito Democratico” del 16 febbraio 2008.
Vi invitiamo a leggerlo con attenzione. (http://beta.partitodemocratico.it/allegati/Manifestodeivalori44883.pdf).

Tuttavia, pur rappresentando quel documento un riferimento importante ed imprescindibile, nell’ottica della nostra autonomia e spinti da sentimenti profondi che ci animano nel nostro agire quotidiano, noi riteniamo di doverci  soffermare  con maggiore attenzione su  alcuni aspetti che ci riguardano più direttamente.

Noi intendiamo il nostro partito come un libero raggruppamento di cittadini, laico e aconfessionale;un partito popolare, aperto ed inclusivo, pluralista e tollerante; un partito scevro da ideologie ed, invece, votato alla libertà  e alla difesa dei valori imprescindibili della persona umana.

Noi intendiamo il nostro partito come un mezzo attraverso cui perseguire la costruzione di una “Democrazia Integrale e compiuta” intesa come Democrazia finalmente caratterizzata dalla possibilità dell’alternanza tra maggioranza ed opposizione sulla base dell’adesione a comuni regole del gioco politico e sociale, nella linea dei valori della persona umana fissati dalla Carta Costituzionale.Tutti noi, nessun escluso,  siamo quello che ci hanno trasmesso i nostri predecessori: siamo figli dei nostri maestri di vita e, di Loro, i testimoni e i successori. Tra questi è d’obbligo il riferimento ad Aldo Moro ed Enrico Berlinguer, statisti e politici di alto profilo, lungimiranti e attenti a recepire i contributi positivi delle diverse sensibilità politiche riformiste. Loro, prima di tutti, hanno lavorato per costruire l’attuale centrosinistra, sintesi del riformismo cristiano e della liberaldemocrazia europea. Il Loro ed il nostro obiettivo  è quello esplicito di consolidare una Democrazia alta, il cui consenso e la cui adesione  siano  le  più ampie possibili grazie alla determinazione concordata delle sue regole, nel pieno rispetto del metodo della libertà.   Noi immaginiamo uno Stato democratico – di cui le comunità più piccole come i Comuni sono le “cellule principali” – come concreta espressione della libertà e dell’eguaglianza. Ed ancora, noi – attraverso il Partito –  vogliamo contribuire a  costruire un insieme di azioni finalizzate allo sviluppo e al progresso di una comunità di persone  nella condivisione di principi etici e morali universali, nel  solco della tradizione culturale umanista europea.

La solidarietà, la giustizia e la speranza in un coinvolgimento attivo, appaiono –  oggi più che mai –  come le armi più adeguate nella lotta per la promozione dei valori etici finalizzata allo sviluppo integrale dell’uomo.

Democrazia e Responsabilita’

Partecipazione  e  Solidarietà

Rivendichiamo, quindi, l’importanza di una appartenenza cosciente alla società in grado di cancellare gli individualismi e di contribuire a creare nelle persone una comune assunzione di responsabilità di tutti nei confronti di tutti. Noi ci opporremo con la nostra testimonianza e col nostro impegno alla deriva individualista che caratterizza questo tempo  e che fa dimenticare che siamo in una società dove tutti partecipano e dove tutti sono membri di questa società e alla quale tutti devono contribuire. Questa sfida per uno sviluppo etico si deve tradurre nell’impegno permanente ad un cambiamento di mentalità e di comportamento che dev’essere pregnante e perseverante in ciascuno di noi.In questa ritrovata dimensione civica, la democrazia assume forza nella misura in cui  è affiancata ed alimentata  dalla partecipazione!  E questa tensione alla partecipazione attiva ci deve avvolgere e guidare nell’affrontare il futuro con speranza e coraggio.Insieme alla partecipazione, la solidarietà – caposaldo della nostra, sempre attuale, Costituzione – sarà l’elemento attraverso cui garantire i presupposti per  uno sviluppo armonioso tra le persone.

La solidarietà è un valore assoluto e patrimonio di tutti: una solidarietà che si spoglia di tutto il suo carattere di pietà o di pietismo per rivestire la sua dimensione attiva e partecipativa; una solidarietà intesa come azione, come qualcosa che ci impegna personalmente.

Una Solidarietà, infine, intesa come condivisione e compartecipazione attiva, intelligente e piena di speranza che saprà farci scorgere nuove prospettive di crescita e di progresso.

Il Circolo del PD
Ceriano Laghetto