Buon Natale!

24 dicembre 2011

Cari concittadini,

      ci stiamo avvicinando  alle feste natalizie e alla fine  di un anno lungo, impegnativo e, per certi versi, difficile. È stato un anno  durante il quale il nostro gruppo ha lavorato molto,  proponendo serate e momenti di riflessione importanti.

Siamo stati presenti  tra la gente con i nostri gazebo domenicali: abbiamo  raccolto firme per varie iniziative (una fra tutti riguarda i referendum) , manifestato in occasione di ricorrenze per noi importantissime e per altri, invece, di secondo piano o addirittura inutili.
Abbiamo celebrato i 150 anni dell’unità del nostro Paese con Giovanni Bianchi  e discusso con la cittadinanza della riforma scolastica, del parco delle Groane, della nostra piazza, di una infrastruttura viabilistica di forte rilevanza come  la Pedemontana e delle opere ad essa  connesse (la SP133 è quella di maggior impatto per il nostro territorio).
Il 2011 ha visto la nascita del nostro giornale, nel quale abbiamo discusso di questioni locali e proposto argomenti di ampio respiro, come l’importanza ed il significato della Storia, dell’educazione e del  linguaggio come condizione necessaria ad alimentare un alto senso civico.

E’ stato l’anno della nostra prima festa, partecipata e ben riuscita, che segnerà da qui in avanti un appuntamento fisso ed irrinunciabile: momento di festa, ma anche di solidarietà e di riflessione.

Il risultato più grande raggiunto nel 2011 è stato, però,  quello di aver avuto l’opportunità  di lavorare con i giovani: una collaborazione nata in maniera spontanea , che ora si sta consolidando in un gruppo strutturato all’interno del nostro Circolo.  Per noi é un grande risultato perché crediamo che la sintesi tra giovinezza e conoscenza potrà essere la miccia che fará scoppiare anche qui una nuova e necessaria rivoluzione culturale! I giovani sono una risorsa e sono il nostro futuro.

I giovani sono spinti da ideali lontani dalle ideologie.  I giovani sono portatori di energie nuove da non disperdere e noi crediamo che ogni sostanziale modifica dell’attuale assetto sociale, politico ed economico, debba  passare attraverso la loro visione e le loro proposte. A questi giovani noi  rivolgiamo un grandissimo ringraziamento, certi che insieme potremo costruire progetti importanti. Abbiamo infine realizzato il nostro sito www.pdceriano.org , porta diretta coi cittadini ed  importante mezzo di comunicazione moderno e veloce, che rappresenterà la cassa di risonanza dei nostri principi e dei nostri valori.

Sarà strumento di informazione e memoria digitale del nostro lavoro e del nostro impegno. Il sito verrà aperto simbolicamente il giorno di Natale. Vi invitiamo a visitarlo da li in avanti e a suggerirci argomenti e miglioramenti, perché riteniamo che uno strumento sia importante nella misura in cui riesce a proporre dei contenuti seri e utili: abbiamo bisogno del contributo di tutti Voi come osservatori attivi più che spettatori.

L’ATTUALE SITUAZIONE ECONOMICA E POLITICA

Ma non possiamo non fare alcune riflessioni di carattere generale e contingente.

Questo è stato un anno, lo accennavamo all’inizio,  non certo facile, in cui si sono succeduti eventi e modificazioni di eccezionale rilevanza: i 150 anni dell’Unità d’Italia, la morte di Bin Laden,  la guerra in Libia, la liberazione dell’Egitto, il terremoto in Giappone, i disastri che anche nel nostro Paese hanno causato morte e desolazione a causa non già degli  eventi naturali, ma dell’incuria, della assenza di manutenzione e dal malaffare. C’è stato un peggioramento della crisi economica, che ha ormai raggiunto dimensioni enormi mettendo  in evidenza in maniera chiara i limiti di un sistema nichilista privo di controlli ed in balia dell’egoismo delle persone.

In ultimo, quest’anno ha segnato la caduta di un Governo misero,  del tutto subalterno di fronte alle grandi potenze mondiali,  corrotto ed opportunista, impegnato solo a stare in piedi per mesi  con compromessi  e baratti osceni; un Governo  che si è dimostrato  inadatto a dare risposte certe  e tempestive sia di fronte alle  gravi contingenze economiche, sia e soprattutto rispetto ad una programmazione a lungo termine capace di generare sviluppo! La situazione italiana è molto più grave di quella di altri paesi del mondo e  questo è potuto succedere grazie alla irresponsabilità di una coalizione  (PdL-Lega) che si è retta sui sondaggi, sulla propaganda e sugli slogan; una coalizione che ha perso  tempo prezioso e che, alla luce dei fatti, non ha raggiunto nessun risultato positivo.  Al contrario, questa incapacità di governare,  espressa da politicanti di bassissimo profilo e da scaltri affaristi dediti solo ai propri interessi,  ha  amplificato una crisi che oggi  sembra inarrestabile e che potremo superare  al costo di sacrifici enormi, senz’altro maggiori di quelli che dovranno sopportare gli altri Paesi. Di fronte a questi eventi è necessario riflettere in maniera approfondita superando posizioni rigide  e opportunismi politici di breve periodo. Avremo il modo di farlo nell’anno a venire con serate, articoli e la nostra costante presenza sul territorio. Saremo, oggi ancor più di ieri, presenti ed attenti ad osservare e  a proporre le nostre idee con senso della misura e sobrietà, con l’educazione e con il rispetto che contraddistingue da sempre il nostro lavoro  nei confronti di  chi ha altre idee e altri progetti. Ma educati e rispettosi non significa morbidi e permissivi!

Significa,  al contrario, avere responsabilità e senso civico. Significa essere consapevoli che il bene comune si ottiene con il lavoro di tutti e con le risorse che le diverse   sensibilità politiche presenti  sul territorio possono offrire, a patto però che tutti abbiano la stessa stella polare: una stella fatta di principi per noi irrinunciabili come  solidarietà,  legalità, trasparenza, spirito di servizio!

Non faremo  sconti a nessuno  ma non avremo pregiudizi nei confronti di chi condivide insieme a noi  questa piattaforma di valori che rappresenta, forse, l’unico modo per allontanarci dall’inaridimento etico e culturale che segna sempre di più i nostri tempi!

UN AUGURIO NELLA SOLIDARIETA’

Vogliamo salutarVi non già rivolgendo lo sguardo al passato, ma guardando  in avanti cercando di scorgere orizzonti lontani,  sospinti da una  rinnovata fiducia e con la fondata speranza di poter costruire insieme, con impegno e responsabilità, prospettive migliori che saranno – ne siamo certi – portatrici di un processo di sviluppo virtuoso. Ci chiederete cosa ci spinge ad un ottimismo che, se consideriamo  l’attuale situazione economica, rischia di essere per molti fuori luogo. La risposta, invece,  parte proprio dalla profonda consapevolezza di ciò che sta accadendo sia a livello politico sia e soprattutto a  livello macro e micro  economico. I momenti di difficoltà ci mettono alla prova  costringendoci  a rivedere i nostri  comportamenti. E se è innegabile che queste difficoltà causano problemi molto  seri, soprattutto se pensiamo  ai meno privilegiati, ai disagiati, ai migranti, agli anziani, ai  lavoratori atipici, alle famiglie numerose ed ai bambini, é altrettanto vero che proprio queste difficoltà ci possono dare delle opportunità grandissime,  che dovremmo tutti quanti saper cogliere.  Ci sono delle parole intrise di significato  che per noi rappresentano dei capisaldi imprescindibili: la solidarietà crediamo sia il valore oggi più importante,  un valore che dev’essere di tutti, credenti e atei. Non è prerogativa di nessuno. Non è di destra né di sinistra.  E’ invece l’espressione di una tensione verso chi ci sta di fronte che sostanzia la libertà intesa come partecipazione e l’appartenenza come  necessità di avere gli altri dentro di sé!  Vi auguriamo di cuore che questi momenti di festa siano anche l’opportunità di ripensare con profondità e serenità a sé, ma soprattutto al rapporto solidale tra sé e gli altri.  Crediamo che questo, più di altri, sia il messaggio natalizio che ci  accomuna tutti e che può segnare la direzione verso un futuro contraddistinto da speranza e positività; un futuro che si proietta in avanti  con un nuovo ed indispensabile  slancio civico,  mantenendo accesa la fiaccola della nostra civiltà!

 

Buon Natale
Partito Democratico di Ceriano Laghetto